Gli sport di squadra richiedono una rapida capacità da parte del corpo di cambiare direzione per riconquistare, mantenere il possesso della palla o evitare l’avversario.

Queste azioni sono spesso svolte attraverso processi di tipo unilaterale, con la gamba controlaterale che non ha contatto con il terreno.

Come risultato, il mantenimento del balance dinamico unilaterale diventa importante. Lo scopo di questo studio è stato di esaminare la relazione tra il balance dinamico e la performance sui cambi di direzione in giovani giocatori di calcio di livello elite.

20 giocatori destrorsi (age=16.42±0.55 year, height=176±2.5cm; leg length=95.70±3.34cm, body-mass=67.03±5.20kg) hanno partecipato allo studio. Tutti i giocatori hanno svolto lo Star Excursion Balance Test (SEBT) con l’arto dominante (DL) e il non dominante (NDL). I 10m sprint con cambio di direzione (COD) di 45,90,135,180 gradi dopo 5m sono stati valutati su tutti e due gli arti (COD con arto destro e sinistro).

L’analisi di correlazione ha mostrato una relazione significativamente negativa tra il test di COD e alcune distanze raggiunte con il SEBT. Un analisi di regressione multipla ha mostrato come il contributo del balance dinamico sia dipendente dal COD e la gamba utilizzata per effettuarlo.

In sintesi. alcune delle direzioni raggiunte con il SEBT sono significativamente correlate con la performance sul COD in giovani giocatori di calcio, vista anche la similarita’ di movimenti e di reclutamento muscolare. Inoltre, il contributo del balance dinamico è stato visto essere angolo di COD dipendente, ed esercizi specifici di stability dinamica potrebbero essere necessari per compensare i deficit dei giocatori su quegli angoli di direzione.

Link: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28474865