Cos’è la Beta alanina?

La Beta-Alanina è un aminoacido non essenziale, in quanto sintetizzabile a partire dall’Alanina attraverso specifiche vie enzimatiche. Esso è componente di peptidi come la carnosina, anserina e balenine, presenti nelle carni e nel pesce essa sotto forma di integratore si presenta alla vista sotto forma di cristalli.

Negli ultimi anni questo integratore è salito alla ribalta, ma perché? 

All’uso di Beta-Alanina vengono ascritte attività: – tampone , resistenza con conseguente antifatica: viene usato anche nel bodybuilding e può rivelarsi utile durante un allenamento che prevede esercizi ad alta intensità in cui c’è una produzione massiccia di ioni di idrogeno (H+) cui aumento comporta una diminuzione del pH intracellulare e pertanto una minor capacità di contrazione muscolare con affaticamento precoce. Se si riesce a tamponare l’accumulo di H+, si può mantenere la forza muscolare per un tempo più lungo prima di accusare l’affaticamento.

Questa capacità di mantenere di più a lungo il lavoro nel tempo è stato dimostrato sia correlata direttamente con i livelli di carnosina muscolare.

Per quanto riguarda l’allenamento, la capacità di aumentare lo sforzo indica un maggiore stimolo per l’adattamento per la forza e per la crescita muscolare (quindi non diretta ma indiretta per l umento della resistenza), efficace soprattutto nelle fibre di tipo 2 aventi maggiore capacità di stoccaggio di carnosina. – recupero neurale:i benefici verso il recupero neurale dovuti all integrazione di β-alanina pare siano conseguenti all’effetto protettivo che conferisce su quella che viene chiamata pompa di sodio,responsabile della trasmissione di ogni segnale che percorre le cellule nervose.

Essa è piuttosto sensibile allo stress ossidativo (effetto negativo sulla prestazione). In questo contesto, la β-alanina si converte in carnosina, la quale protegge la pompa da questo tipo di stress. Attraverso questo effetto profilattico, la β-alanina può attenuare uno stress superfluo sulle cellule nervose e pertanto aumentare il tasso di recupero. – recupero generale: consumando/integrando β-alanina nel post-allenamento, si stimolano i recettori del neurotrasmettitore chiamato GABA, che ha l’effetto di rallentare il sistema nervoso permettendo di innescare la fase di recupero attraverso un effetto inibitorio sul sistema nervoso facilitando il rilassamento del corpo intero.

Beta alanina- carnosina: quale relazione?

Fino ad ora abbiamo citato più volte la Carnosina, capiamo ora un po più nello specifico di cosa si tratta:la Carnosina è un dipetide (una molecola formata dall’unione di due singoli amminoacidi tramite un legame peptidico) formato da B-alanina e L-istidina presente in elevate concentrazioni all’interno del muscolo scheletrico umano.

E’ stato chiaramente dimostrato che il fattore limitante per la sintesi muscolare di Carnosina non è l’Istidina, bensì la Beta-alanina pertanto più beta-alanina è a disposizione, più carnosina viene sintetizzata (Studi dimostrano che l’integrazione di beta-alanina incrementa la concentrazione di carnosina nei muscoli). La carnosina agisce come un tampone nei muscoli e aiuta a ridurre l’acido che si forma durante l’allenamento e presenta la proprietà di eliminare i radicali liberi dai muscoli.

L’integrazione con la beta-alanina può aumentare la concentrazione di carnosina del 58% in sole 4 settimane e dell’80% in 10 settimane. Per quanto riguarda invece l’aumento di massa magra con l’aiuto della beta-alanina, la ricerca non ha prodotto risultati se non quelli relativi all’effetto placebo. Inoltre la carnosina ha anche la capacità di stimolare l’attività della pompa sodio, che ha ulteriori implicazioni per migliorare le prestazioni.

Quali sono i protocolli di assunzione più comuni?

Il dosaggio di beta alanina è compreso fra 4-5 gr al giorno, lontano dai pasti e separatamente da altri integratori proteici, poiché ad esempio compete con la taurina per lo stesso meccanismo di assorbimento. Il mio consiglio, dato che i suoi livelli ematici raggiungono il loro massimo nel sangue dopo 30-45 minuti, è quello di assumerla o nel pre-workout (tra i 20 e i 10 minuti prima contando anche il riscaldamento) o intra-workout per sfruttare l effetto antifatica in maniera piu dilungata.

Assumerne una quantità superiore alle dosi consigliate non sembra aumentare gli eventuali benefici sulla performance. L’aggiunta di zuccheri semplici è stata suggerita allo scopo di stimolare la secrezione insulinica e accelerare l’ingresso della B-alanina nei miociti.

La Beta Alanina può provocare sensazioni di calore, prurito e rossore in alcune persone , tale sensazione, chiamata parestesia, è dovuta al fatto che la Beta Alanina si lega ai recettori nervosi. In questi casi ci consiglia di iniziare l’assunzione a piccole dosi per poi aumentarle gradualmente, in base alla tolleranza personale. Molti body builders sostengono che, dopo diverse settimane di assunzione costante, tale sensazione tende a diminuire.

La scienza ha preso posizioni ufficiali riguardo a questa sostanza?

Dato l’elevato interesse che ha suscitato negli ultimi anni, l’ISSN ( International Society of Sport Nutrition ) ha pubblicato nel 2015 un position stand in cui si affermava in sintesi che, basandoci sulla letteratura attuale si può dire che:

  • la supplementazione di beta alanina per 4 settimane (4-6g/day) aumenta in modo significativo la concentrazione di carnosina muscolare

  • la supplementazione di beta alanina pare essere sicura nelle dosi raccomandate per la popolazione sana

  • l’unico effetto collaterale riportato è stato il formicolio avvertito dagli atleti, che può essere attenuato assumendo l’integratore in più dosi

  • la supplementazione quotidiana con 4-6g per 2-4 settimane ha provocato miglioramenti nella performance, con effetti più pronunciati in esercizi di durata da 1 a 4 minuti

  • la beta alanina ha dimostrato ridurre la fatica neuromuscolare, soprattutto nei soggetti più anziani, inoltre potrebbe migliorare la performance tattica

  • combinare la beta alanina con altri supplementi può essere utile per ottenere gli scopi desiderati, e non è dannoso

  • ulteriori ricerche devono essere effettuate per determinare gli effetti del supplemento sulle prestazioni di forza, endurance e performance di durata superiore ai 25 minuti.

Segui il nostro webinar, dove troverai un’attenta analisi sulla beta alanina e su altri integratori per il miglioramento della performance sportiva.

   

 

Alessandro Lonero

Nato a Fiesole il 28 Novembre 1993 ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze Motorie con votazione di 106/110. Co-fondatore di PerformanceLab. Grande appassionato del mondo del fitness e della nutrizione, ha ottenuto la certificazione di Fitness Nutrionist and Supplements Specialist con Scientific Training nel 2016,  la qualifica di Personal Fitness Trainer (CTF3) ISSA nello stesso anno e la certificazione di Personal Food Coach rilasciata da Sustainable Body Building nel 2017. Nel mondo dello sport ha frequentato il corso da preparatore fisico di base FIP, e sta completando il percorso come istruttore di Powerlifting e come preparatore fisico nazionale di Basket (FIP). Ha giocato a futsal per parecchi anni, mondo che lo ha sempre appassionato, è stato preparatore all’Isolotto Femminile (Serie A), poi nel Baloncesto Basket Firenze (Settore Giovanile e Serie C), poi alla RR Retail Galli, basket Serie A2 femminile, e Scandicci Calcio, Serie D. Da quest’anno seguirà la preparazione fisica del Napoli C5, Serie A1 maschile.

Vuoi saperne di più sugli SMALL SIDED GAMES (SSG)?

Vuoi conoscere come migliorare la tua squadra?

Iscriviti ora a questo SEMINARIO ONLINE!

👇

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: