EMG e applicazioni pratiche

Webinar_Romanazzi_EMG_PerformanceLab
29
Gen
30.00€

L’elettromiografia (EMGs) è la registrazione dell’attività elettrica del muscolo. L’EMG superficiale utilizza per la registrazione, anziché elettrodi ad ago, elettrodi di superficie ed è quindi una tecnica di rilevazione non invasiva. L’attività elettrica del muscolo è dovuta al fatto che uno stimolo nervoso lungo un alfa-motoneurone libera acetilcolina nelle placche motrici stimolando un potenziale d’azione che si propaga dalla placca motrice in entrambe le direzioni lungo le fibre muscolari determinando la contrazione delle fibre muscolari.

Ma perché questa tecnica è cosi importante nella valutazione?

Nel Webinar il Prof. Romanazzi Matteo farà una lunga analisi del metodo di applicazione dell’EMG e porterà i risultati di uno studio condotto in collaborazione con la Panatta Academy dove ha valutato diverse macchine a resistenza variabile. 

Inoltre, i dati sperimentali ti mostreranno come utilizzando diverse variabili caratterizzanti l’ampiezza del segnale EMG, si potrà evidenziare un ordine in base all’attivazione muscolare massima durante tutta la durata delle ripetizioni eseguite, a seconda dell’esercizio svolto. Questo può essere determinante per atleti il cui scopo sia l’ipertrofia muscolare e di conseguenza un incremento della performance sportiva, in modo tale da capire a fondo quali macchinari prediligere secondo il proprio scopo.

Contenuto del Corso

Numero Lezioni: 1 lezione Durata: 60 minutes

Istruttore

avatar

Matteo Romanazzi, PhD e docente di Metodologia e Storia dell’Educazione Fisica e dello Sport presso il SUISM di Torino. Ha lavorato presso l’Istituto di Medicina dello Sport di Torino, per diversi anni, occupandosi di valutazione funzionale. Da molti anni sta seguendo la direzione tecnica ed amministrativa della palestra Body Building Center di Pinerolo (TO) dove svolge l’attività di allenatore e Personal Trainer. Nel corso degli anni è stato docente per molti corsi di formazione ed è stato Docente Federale per la FIPCF (2005). Per la NABBA Italia ha presentato relazioni riguardanti l’allenamento, la biomeccanica e l’alimentazione nella cultura fisica. I suoi interessi vertono in particolare sulla biomeccanica degli esercizi con resistenze e sulla metodologia dell’allenamento della forza, conseguendo il Dottorato di Ricerca in Scienze Morfologiche presso il Dipartimento di Morfologia Umana e Scienze Biomediche “Città Studi” dell’Università degli Studi di Milano sotto la guida della Prof.ssa Sforza presentando una tesi sull’analisi dei movimenti sportivi.

0.0

0 recensioni

5 stelle
0%
4 stelle
0%
3 stelle
0%
2 stelle
0%
1 stella
0%
30.00€