Seleziona una pagina

Gli sport intermittenti sono caratterizzati da fasi alternate di alta intensità e sono dipendenti da una combinazione di sistemi energetici aerobici e anaerobici, entrambi i quali hanno nei carboidrati un’importante fonte di energia.

Un utilizzo potenziale degli energy drink da parte degli atleti deriva dal fatto che questi dovrebbero migliorare la performance, e il loro utilizzo è diventata una pratica comune negli ultimi anni.

Lo studio ha osservato gli effetti di un energy drink sui parametri metabolici e la performance successivi ad una simulazione di partita di basket.

6 giocatrici di college hanno partecipato allo studio e sono state divise in due gruppi: ED energy drink, 20g di glucosio, 2% succo d’arancia, BCAA 600mg e 600mg di taurina, e gruppo PO placebo (aspartame), in uno studio a doppio cieco.

Che energy drink è stato dato?

Le bevande sono state date alle partecipanti dopo la simulazione di gioco, e il tempo di recupero prima delle successive esercitazioni è stato di 20 minuti.

La simulazione di gioco consisteva di un insieme di movimenti specifici di basket, svolti per 20 minuti.

Altezza, body weight, pressione sanguigna, HR, glucosio nel sangue, e lattato sono stati misurati prima dell’inizio dell’esperimento.

Che test sono stati fatti?

Vertical jump, navetta 10×5 e wingate test sono stati svolti prima della simulazione di gioco e dopo la fase di recupero successiva ad essa per valutare potenza, agility, potenza anaerobica.

Glucosio nel sangue e lattato sono stati misurati anche immediatamente dopo i test.

Quali sono i risultati degli energy drink?

I risultati ottenuti indicano che gli energy drink potrebbero essere in grado di ripristinare una deficienza di energie e migliorare la potenza muscolare e anaerobica durante una fase di recupero.

Link: https://digitalcommons.wku.edu/ijesab/vol2/iss9/85/

Ti è piaciuto l'articolo? Allora condividilo!