Il jumper’s knee è una patologia diffusa, soprattutto in alcune categorie sportive come il volley. 

L’allenamento eccentrico è diventato un popolare mezzo di trattamento per la tendinopatia patellare ( o jumper’s knee). 

Lo scopo di questo studio è stato quello di revisionare l’evoluzione dello strenght training eccentrico atto a questo scopo, con un focus sulle prescrizioni degli esercizi utilizzati, così da aiutare i medici/terapisti ad operare le scelte corrette ed identificare le aree su cui la ricerca dovrà concentrarsi in futuro.

E’ stata svolta una ricerca su tutto il database MEDLINE, il 1 settembre 2006, così da identificare le prospettive ed i trials clinici randomizzati con un focus sul trattamento tramite training eccentrico della tendinopatia patellare.

Sono stati inclusi infine 7 articoli con un totale di 162 pazienti i quali tra gli interventi hanno svolto allenamento eccentrico.

I risultati degli studi erano tutti positivi, ma la loro qualità discutibile.

Il contentuto dei vari programmi variava, ma la maggior parte erano svolti due volte al giorno per dodici settimane.

Un numero potenzialmente significativo di differenze sono state identificate nei programmi svolti: drop squat o movimenti eccentrici lenti, squat svolto su una piattaforma declinata o sul pavimento, esercizio svolto sotto soglia di dolore o con dolore, sovraccarico solo della fase eccentrica o di entrambe le componenti, e progressione di velocità e poi carico o solo carico.

In conclusione, si può affermare che pressochè tutti gli studi mostravano l’efficacia della componente eccentrica di allenamento in ambito riabilitativo, ma la possibilità di raccomandare uno specifico protocollo rimane limitata.

Gli studi disponibili indicano che i programmi di trattamento del jumper’s knee dovrebbero includere una piattaforma declinata e dovrebbero essere svolti con un certo livello di disconfort, e che gli atleti non dovrebbero chiaramente svolgere attività sportiva durante i trattamenti.

Tuttavia, questi aspetti necessitano di ulteriori studi.

Link: http://bjsm.bmj.com/content/41/4/217.short

Vuoi saperne di più sull’approccio integrato nella preparazione fisica e la prevenzione infortuni? Acquista ora!