Gli infortuni alle caviglie sono tra i più frequenti nel volley d’elite e si suggerisce come possano risultare dal contatto dei giocatori al net.

Tradizionalmente si supponeva che gli infortuni avvenissero in posizione di flessione plantare, ma pare invece, in questo studio, come non sia realmente così.

Lo scopo di questo studio è stato quello di descrivere le situazioni in cui avvengono gli infortuni alla caviglia e descriverne i meccanismi nel volley d’elite, basandosi su un’analisi sistematica di tipo video.

24 video di infortuni ricavati dai maggiori campionati di volley del mondo sono stati inclusi nell’analisi (14 uomini, 10 donne). 5 analisti hanno visionato i filmati per determinare le specifiche situazioni ed i meccanismi legati a questi infortuni.

La maggior parte degli infortuni avveniva durante due situazioni specifiche: quella di muro e di attacco. Gli infortuni durante le prime situazioni erano le risultanti dell’atterraggio su un avversario o un compagno. L’infortunio in situazioni d’attacco avveniva maggiormente nella situazione in cui un giocatore ricadeva sul giocatore che si trovava di fronte in campo.

Gli infortuni sono risultati maggiormente dalla rapida inversione senza che vi fosse una sostanziale flessione plantare.

 

Link: http://bjsm.bmj.com/content/early/2017/06/27/bjsports-2016-097155