Vi sono poche informazioni relative alle abitudini nutrizionali delle giocatrici di calcio ad ogni livello.

Poche sono anche le notizie riguardo le strategie che le giocatrici adottano per ciò che riguarda la propria alimentazione e idratazione.

In generale, le differenze tra genere sono minori rispetto a quelle interindividuali, perciò in linea di massima i principi adottati per gli uomini dovrebbero essere gli stessi applicabili al genere femminile.

E’ necessario inanzitutto stabilire composizione corporea e bilancio energetico: deficit energetici prolungati non possono essere sostenuti senza curare la propria salute e performance.

Le pubblicazioni attuali suggeriscono una media di 5g/kg/day per ciò che riguarda l’ingestione di carboidrati per le giocatrici, in risposta ad allenamenti intensi. Il timing di assunzione proteica è importante quanto la quantità ingerita. La disidratazione è un processo comune nel genere femminile, ed è necessario perciò adottare strategie adeguate.

La prevalenza di carenza di ferro è un aspetto importante; tutte le donne dovrebbero assicurarsi di assumere quantità adeguate di ferro.

L’allenamento di calcio sembra aumentare la massa ossea negli arti inferiori, con implicazioni positive sulla salute ossea in tarda età, ma alcuni soggetti rimangono a rischio per un’inadeguata assunzione di calcio nel loro piano giornaliero.

Maughan, Shirreffs. Br J Sports Med. 2007 Aug;41 Suppl 1:i60-3.

Link: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17646250

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: