Seleziona una pagina

Webinar – Costruire la partita con la partita

30,00

Categoria:

Descrizione

Molto viene scritto e detto in merito alla metodologia di allenamento. E molto è cambiato per quanto riguarda l’approccio all’allenamento tattico.

Negli ultimi tempi, anche in Italia, si sono imposte nuove metodologie di allenamento che utilizzano possessi palla, small-sided games e giochi di posizione.

I primi, i possessi palla, sono esercitazioni che vengono generalmente svolte con una squadra in superiorità numerica che deve cercare di mantenere il controllo del pallone contro degli avversari, all’interno di un quadrilatero senza porte né portieri (non prevedono quindi la finalizzazione).

Gli small-sided games (SSG) sono invece partite a campo ridotto (di dimensioni variabili), con un numero di giocatori anch’esso variabile, con porte e/o portieri e con finalizzazione.

Infine, i giochi di posizione sono esercitazioni che vedono sempre una disparità numerica con la squadra in possesso che utilizza dei jolly e con i calciatori che si trovano a giocare nelle posizioni abitualmente tenute in campo durante le partite, all’interno di uno spazio di gioco che preveda sia ampiezza che profondità.

Proprio facendo riferimento a queste tipologie di esercitazioni, abbiamo scelto per trattare questo tema Michele Tossani, allenatore e analista tattico, con una visione meticolosa del calcio.

In questo Corso Online presentiamo, partendo dall’analisi della partita, un’idea di microciclo settimanale che utilizzi partite e mini-partite con una minimo comun denominatore costituito dalla presenza in campo, contemporaneamente, di 22 giocatori.

Perché questa scelta?

Prima di tutto, un lavoro del genere permette all’allenatore ed al suo staff tecnico di ottimizzare i tempi, consentendo loro di utilizzare simultaneamente tutta la rosa a disposizione.

Questo consente anche un maggior coinvolgimento da parte di tutti i giocatori, che si trovano tutti sullo stesso piano, senza ‘titolari’ e ‘riserve’, così da far percepire al calciatore che non ha giocato la domenica precedente di avere una nuova possibilità per farlo in quella successiva.

Inoltre, in virtù del fatto che il mezzo allenante per eccellenza è la partita, si ricreano per tutta la settimana quelle condizioni tattiche che si vanno a riscontrare durante la gare ufficiali.

Ovviamente, le dimensioni del terreno di gioco e la durata di queste partite vanno modulate in base alle esigenze specifiche di allenamento del giorno. Le esercitazioni indicate, divise per giorno (solo alcune di quelle possibili) ricalcano appunto questo tipo di necessità.

Relatore: Michele Tossani, tattico, autore di vari libri sul tema e collaboratore de Il nuovo calcio. Curatore del club lagabbiadiorrico.com