Grande sviluppo in questi ultimi anni ha avuto la considerazione delle capacità cognitive nell’allenamento degli sport di squadra.

Le capacità fisiche e la coordinazione non possono da sole predire il successo negli sport di squadra.

Al contrario, più attenzione è stata rivolta all’importanza delle capacità cognitive, ed è stato suggerito come le funzioni esecutive (EF) siano fondamentali per il successo nello sport (calcio).

Tutta via le EF hanno un rapido sviluppo dall’adolescenza all’età adulta.

Inoltre EF più complesse che coinvolgono la manipolazione delle informazioni sviluppano più tardi delle EF semplici, come quelle collegate alla semplice memoria della capacità di lavoro.

Il legame tra EF e il successo nei giovani calciatori perciò non sarebbe evidente.

Nel presente studio abbiamo investigato se EF, e quindi le capacità cognitive, fossero correlate al successo in giovani giocatori di elite.

Abbiamo eseguito dei test che misurassero le Core EF e le Higher level EF.

In un gruppo di giovani calciatori di elite (n = 30, di età compresa tra i 12 ei 19 anni) dimostriamo che essi superano la norma sia in dWM (test per le lower level EF) (+0.49 SD) che in DF (test per le higher level EF) (+0.86 SD).

Inoltre, possiamo dimostrare che sia dWM che DF sono correlabili con il numero di gol che i giocatori eseguono durante la stagione.

L’effetto è stato più rilevante per dWM (r = 0.437) rispetto a DF (r = 0.349), ma più forti per una misura combinata (r = 0.550).

L’effetto era ancora presente quando abbiamo controllato l’intelligenza, la lunghezza e l’età in un’analisi parziale di correlazione. Quindi, il nostro studio suggerisce che lo sviluppo delle capacità cognitive, EF core e di superiore livello, possono prevedere il successo nel calcio anche nei giovani giocatori.

Vuoi saperne di più sull’approccio integrato nella preparazione fisica? Acquista ora!