Lo speed training è una delle componenti fondamentali all’interno della programmazione settimanale di lavoro fisico, poichè in molti sport la rapidità gioca una componente fondamentale ai fini del risultato.

Negli ultimi anni è molto in voga l’utilizzo di giubbotti zavorrati, piuttosto che traini o altri sovraccarichi, da utilizzare durante lo speed training, per aumentare l’efficacia dell’allenamento ed i risultati ad esso connessi.

Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare gli effetti dello speed training con l’utilizzo di giubbotti zavorrati, rispetto a quello senza il loro utilizzo (WV vs US), sulla forma fisica (CMJ, 1m sprint, e RSA) in giocatori di calcio amatoriali.

19 giocatori (età: 23,7 +/- 4,5 anni, altezza: 178,3 +/- 5,8 cm, massa corporea: 72,9 +/- 5,2 kg) sono stati assegnati in modo casuale al gruppo WV o US (10 WV e 9 US).

Il programma doveva essere eseguito due volte alla settimana per sei settimane. Il gruppo WV eseguiva lo stesso programma dell’ US ma con un peso aggiuntivo del 18,9% +/- 2,1% della massa corporea.

L’analisi all’interno del gruppo ha mostrato miglioramenti significativi (P<0.001) nelle prestazioni di sprint da 10 e 30m tra il pre e il post test.

I giocatori di entrambi i gruppi hanno migliorato la RSA. Le variazioni percentuali del tempo sui 30m di sprint, per entrambi i gruppi combinati, avevano una correlazione molto alta con le variazioni percentuali del tempo medio di RSA.

Nell’analisi tra gruppi, non esistevano differenze in nessuna variabile dell’allenamento della velocità.


In conclusione, i risultati indicano come entrambi i metodi di allenamento sembrano risultare efficaci per migliorare le prestazioni.

Link: http://journals.lww.com/nsca-jscr/Abstract/publishahead/Effects_of_Sprint_Training_With_and_Without.96234.aspx

Vuoi saperne di più sul Warm Up e le tecniche di condizionamento? Acquista ora!