Il training load è un parametro fondamentale, in grado di influenzare positivamente o negativamente la programmazione annuale di una squadra, e di conseguenza il raggiungimento del risultato sportivo. 

Lo scopo di questo studio è stato quello di utilizzare le zone di intensità individuali per comparare training load esterno ( velocità e carico del giocatore PL), e training load interno (HR) in giocatori universitari di calcio.

13 giocatori hanno completato 40m di test alla massima velocità e uno yoyo intermittent recovery test per determinare la soglia di HR e la velocità individuale.

I valori di HR e i dati GPS sono stati registrati per ogni giocatore per 5 partite di campionato. Una correlazione rilevante (r = 0.46; p <0.01) è stata trovata tra il tempo trascorso nella zona di bassa intensità (LI) di velocità (LIVZ) e la zona LI-HR.

Allo stesso modo, sono state trovate da moderate (r = 0.25, p ≤ 0.01) a grandi (r = 0.57, p ≤ 0.01) correlazioni tra il tempo relativo e assoluto trascorso nella zona di velocità di moderata intensità (MI) e la MI-HR.

Non esistono correlazioni significative (p ≤ 0.01) tra le zone di velocità ad alta intensità (HI) e la zona HI-HR.

D’altra parte il PL ha mostrato correlazioni significative con tutte le variabilità di velocità e HR assolute e relative, ad eccezione di una correlazione non significativa tra le variabili HI-HR e PL.

Per concludere, il PL ha mostrato buone correlazioni con entrambe le zone di velocità e HR, perciò possiede il potenziale per diventare un buon indicatori del training load sia interno che esterno.T

Link: http://journals.lww.com/nsca-jscr/Abstract/2017/04000/Internal_and_External_Match_Loads_of.25.aspx

Vuoi saperne di più sui GPS nel calcio? Iscriviti ora!