VO2max: che cos’è?


VO2max: che cos’è?

Impara a conoscere il tuo stato di forma

Il VO2max, o massimo consumo d’ossigeno, è un parametro fisiologico che rappresenta il massimo volume di ossigeno consumato per minuto (in millilitri) per chilogrammo di peso e definisce il livello cardio-respiratorio personale dell’atleta. E’ un valore importante che rappresenta la capacità dell’organismo di portare l’ossigeno raccolto dai polmoni in tutte le parti del corpo, attraverso il sistema circolatorio, per poterlo usare come energia durante l’attività fisica.

VO2max: come valutarlo?

Per valutare il massimo consumo d’ossigeno, VO2max, il migliore modo è utilizzare un test da laboratorio, diretti, consentono di ricavare questo indice, nel punto in cui il VO2 raggiunge l’apice e diventa massimale.

Tale rilevazione avviene monitorando i parametri di gittata (portata) cardiaca e la differenza arterio-venosa, ambedue componenti facenti parte del cosiddetto sistema di trasporto dell’ossigeno.

I fattori da cui dipende sono la genetica, l’età, il peso corporeo, la muscolatura, i fattori coordinativi e mentre vi sono altre variabili che possono essere influenzate dall’allenamento.

Infatti, la portata cardiaca, la capillarizzazione e l’attività mitocondriale, possono essere migliorate/influenzate dallo stato fisico dell’atleta e dal suo incremento/peggioramento nel tempo.

Il VO2 max, inoltre, aumenta nel corso degli anni e si stabilizza attorno ai trenta, tende via via a diminuire in seguito, ma con l’allenamento costante può stabilizzarsi per altri quindici – vent’anni d’età.

Ovviamente esso differisce di soggetto in soggetto oltre che per la statura, anche e soprattutto (con notevole incidenza) per il peso corporeo.

Considerando che uno dei fattori determinanti la massima capacità consumo d’ossigeno è la muscolatura impegnata, per cui valori massimi vengono raggiunti utilizzando masse muscolari maggiori, è interessante notare come pesi corporei maggiori diano VO2 max più alti di soggetti con peso minore, ovviamente in termini assoluti.

Va altresì considerato però che, in persone sovrappeso, di questo solo una percentuale è disponibile per la muscolatura, la restante parte si perde per rifornire il tessuto adiposo, dando così un rapporto max capacità consumo ossigeno / peso piuttosto basso